Microsoft HoloLens – la realtà aumentata per il business

Il visore di realtà aumentata e mixed reality Microsoft HoloLens

Microsoft HoloLens è il primo computer olografico completamente indipendente che consente di interagire con contenuti digitali e ologrammi visualizzati nel mondo che circonda chi li indossa. Gli HoloLens sono stati sviluppati dalla Microsoft in collaborazione con la NASA e funzionano in modo autonomo, ossia non necessitano di alcun collegamento con uno smartphone o un altro dispositivo. Si tratta di un vero e proprio computer olografico indossabile dotato di sensori di movimento, sensori di profondità, videocamere, microfono e audio con spatial sound (il suono viene percepito a 360 gradi, simile ad un dolby surround).

Gli HoloLens presentano i contenuti in mixed reality e consentono di visualizzare contenuti multimediali e rimanere con lo sguardo perennemente ancorati al mondo reale che diventa parte integrante dell’esperienza utente.

Cos’è la Mixed Reality?

Esempio di mixed reality hololens dove una persona visualizza un modello 3D di una macchina su un ambiente di lavoro

La Mixed Reality, o Realtà mista, è la fusione del mondo reale con quello virtuale che permette di creare nuovi ambienti in cui persone, oggetti fisici e digitali coesistono e interagiscono in tempo reale.

Miscrosoft sta creando un’interfaccia comune integrata con il sistema operativo Windows 10 così da permettere in futuro una perfetta sintonia tra software e visori di realtà aumentata e virtuale.

Specifiche ed ergonomia degli HoloLens

Gli HoloLens sono uno strumento “indipendente” quindi non richiedono cavi, particolari adattatori o altro hardware per essere utilizzati. Questo li rende molto comodi e pratici da utilizzare.
Il visore pesa 579 grammi. Essendo però ben bilanciato una volta indossato non risulta essere stancante. Inoltre il visore è estremamente solido e costruito con componenti di qualità, ma questo non gli impedisce di essere comodo una volta indossato.

La durata della batteria è di circa 3 ore.

Per maggiori info sulle specifiche tecniche visitare il sito: https://www.microsoft.com/it-it/p/microsoft-hololens-development-edition/8xf18pqz17ts?activetab=pivot:techspecstab

Usabilità degli HoloLens

Il sistema è basato su Live Tiles di Windows 10. Per interagire con le applicazioni basta puntare con lo sguardo il punto di interazione e “pizzicare” con due dita l’app che ci interessa o il contenuto interattivo.

È inoltre possibile interagire mediante comandi vocali, per adesso disponibili solo in lingua inglese.

HoloLens Gaze - il puntatore segue lo sguardo

Gaze

I sensori integrati consentono di utilizzare lo sguardo per spostare il cursore in modo da poter selezionare gli ologrammi.

HoloLens Gesture per interagire con app e contenuti

Gesture

Gesti semplici per aprire app, selezionare e ridimensionare gli elementi e trascinare e rilasciare ologrammi nel mondo reale.

Comandi vocali inviati mediante HoloLens

Voice

Grazie ai comandi vocali è possibile navigare, selezionare, aprire, comandare e controllare le app. Ad oggi è gestita solo la lingua inglese.

Il sistema è inoltre in grado di gestire la prospettiva. Avvicinandosi o allontanandosi agli oggetti, tutto il contesto viene correttamente scalato di conseguenza.

Gli HoloLens hanno inoltre degli speaker integrati che permetto di creare il cosiddetto spatial sound. Per spatial sound si intende la capacità del sistema di rendere i suoni direzionali e di permettere all’utente di percepire il suono a 360° (simile ad un dolby surround). Le casse inoltre sono studiate per essere focalizzate su chi indossa il visore, quindi chi è vicino e non indossa il visore sentirà solo un flebile suono.

L’unica pecca dell’attuale del sistema è il ridotto campo visivo, pari a circa 16°. La Microsoft ha però dichiarato che le prossime versioni andranno a risolvere questo problema.

Ambiti di utilizzo degli HoloLens

Le caratteristiche degli HoloLens li rendono perfetti strumenti per semplificare ed agevolare molti impieghi. Questo ha fatto sì che il colosso di Redmond abbia inizialmente reso accessibile gli HoloLens solo agli ambiti professionali. Tale visore ha suscitato molto interesse presso le aziende che vedono in tale tecnologia un valido strumento grazie alla sua autonomia, alla semplicità d’uso, alla portabilità e alla possibilità di rendere consultabili informazioni lasciando le mani libere.

Quanto costano gli HoloLens ?

Sono state messe a disposizioni due versioni:

  • Development Edition: ha un costo di 3300€ e comprende tutto l’hardware ed il software per sviluppare soluzioni con HoloLens. Pensato per i singoli sviluppatori.
  • Commercial Suite: ha un costo di 5500€ e fornisce tutto il materiale della Development Edition ma mette a disposizione dei servizi per la gestione dei team aziendali.

Per maggiori info visitare il sito: https://www.microsoft.com/it-it/hololens/buy

Evolutive future?

Da informazioni trapelate dalla roadmap della Microsoft, dovrebbe uscire nel 2019 il nuovo visore Hololens 2, nome in codice Sydney, che avrà un campo visivo migliorato, sarà più leggero e comodo da indossare. Tale versione potrebbe essere indirizzata al grande pubblico, anche se tali strumenti stanno prendendo piede con applicazioni sul mondo aziendale.

Tali informazioni fanno trasparire la forte volontà da parte di Microsoft di sviluppare e far evolvere tale piattaforma.

Chi sviluppa soluzioni software per piattaforma Microsoft HoloLens?

Airlapp è in grado di sviluppare soluzioni in realtà aumentata e mixed reality per Microsoft HoloLens.

Puoi utilizzare tale tecnologia sui tuoi prodotti o servizi? Assolutamente sì!
Le soluzioni verranno sviluppate per rispondere ai tuoi bisogni.

Scrivici mediante form di contatto o mandaci una mail.

CONTATTI